“Mia è ufficialmente la prima attrice porno musulmana”

Mia Khalifa è una donna come poche, dotata di qualità non semplici da trovare.

Tette, culo da paura e INGOIA. Vabbe’, magari ha pure un bel carattere.

Mia è una pornostar.

Ma la cosa interessante questa volta non è legata alla sue performance o a qualche record di cazzi presi in qualche posto nel giro di due minuti.

mia-khalifa-drake-

No, ciò che rende la storia di Mia interessante, è la sua nazionalità: libanese.

Nel 2000 lasciò il Libano con i suoi genitori per trasferirsi negli States e cominciare una nuova vita.

Dopo l’università l’esigenza di rendersi indipendente e guadagnare qualche dollaro, la portarono nel mondo del porno.

In pochi mesi Mia è stata in grado di scalare le classifiche di preferenza di Porn.Hub -il portale porno più cliccato in America, e allo stesso tempo di procurarsi le minacce di morte dell’ISIS.

Mia è ufficialmente la prima attrice porno  musulmana, non una cosa da poco, considerati i tempi.

Così, mentre l’ISIS conduce la sua battaglia per un dominio dello stato islamico basato sull’estremismo più arcaico, Mia si scopa cazzi americani indossando l’hijab, il velo delle donne musulmane.

La reazione del mondo arabo, in generale, non è stata molto diplomatica.

B6ncYabCUAA2zuE

Mia ha infranto, secondo molti, un certo tipo di valori e nemmeno la sua famiglia si è sentita di difenderla in questa situazione.

Lei stessa è rimasta sorpresa dal casino che si è creato, dichiarando di sentirsi in colpa per aver trascinato nella vergogna la sua famiglia.

Contemporaneamente questa vicenda ha aperto un dibattito molto acceso in America e in Libano; c’è chi considera Mia una femminista rivoluzionaria che sta portando avanti una battaglia per i diritti delle donne musulmane e c’è chi la vede come una provocatrice ignorante che non ha tenuto in considerazioni le tensioni storico/politiche contemporanee.

Mentre professori, scrittori e giornalisti vari si interrogano sul ruolo che Mia possa ricoprire nell’immaginario comune del mondo musulmano e sulle conseguenze a cui i suoi video condurranno; l’ISIS ha messo a repentaglio le mie serate di solitudine.

khalifa (1)

Vorrei scrivere loro una lettera o inviare una email, un video. Spiegare che se loro hanno diritto a stuprare e uccidere, Mia avrà pur diritto a scopare chi vuole e magari guadagnare un po’ di soldi. E allo stesso tempo io e altre misere anime avremmo anche diritto a masturbarci in santa pace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...