Alex Schwarzer

Schwarzer é un dopato di merda. Punto.

Basta alle analisi complottiste, alle le storie strappalacrime, alla ricerca di un personaggio in cui immedesimarsi che attraverso la sua redenzione possa espiare anche i nostri sensi di colpa e fallimenti.

Tutti pronti a difendere Schwarzer, gli stessi che quattro anni fa gli hanno sputato in faccia e voltato (giustamente) le spalle. Giornalisti, stampa, sportivi e ognuno di noi. Nessuno escluso.

L’Italia degli opportunisti, l’Italia dalla perenne memoria corta. Sempre pronta a perdonare, a mettere da parte rancori e a chiudere un occhio. Molto spesso entrambi.
Lo fanno gli altri? Lo voglio fare anche io.
I cinesi e i russi si dopano? Va bene, lo faccio anche io.
Loro non vengono puniti, anch’io non voglio esserlo.

L’Italia è un bambino viziato, che si rifiuta di crescere e assumere le proprie responsabilità. Di apprendere dal passato. E non è un caso che in politica ci siano sempre i soliti volti, che sulle sedie delle grandi aziende poggino il culo sempre gli stessi corrotti. Dimentichiamo e perdoniamo.

Schwarzer forse questa volta era pulito ma non lo era quattro anni fa. E questo basta. Avanza.

Se fosse stato ammesso ai giochi e fosse salito sul podio, mi sarei vergognato per lui e per l’Italia. Nella mia testa sarebbero sempre rimasti dubbi sulla sua presunta onestà, mi sarei chiesto se quella medaglia potesse avere effettivamente un valore morale e sportivo.
Ciò sarebbe stata sconfitta per tutti gli atleti professionisti e non, che ogni giorno vanno avanti con le loro forze e sacrifici indescrivibili. Per tutti i bambini e giovani che trovano nello Sport rifugio e supporto.

Lasciamo che i cinesi e i russi si dopino. Lasciamoli corrompere chi
vogliono e come vogliono.

Noi, invece, iniziamo a guardarci allo specchio. A fare ammenda, a tirare fuori gli scheletri dai nostri armadi. Iniziamo a costruire qualcosa di più rispetto a polemiche e teorie. Mettiamo da parte il giornalismo da carta igienica e la morale da bar. Iniziamo a crescere, a guardare a noi stessi. A diventare adulti. Iniziamo ad assumerci responsabilità, come persone, cittadini, italiani.

Questa sarebbe già una vittoria incredibile, una medaglia dal valore inestimabile.

13923431_1355603334468206_433453033804194693_o

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...